Il potere delle intenzioni

Uno dei pilastri della manifestazione della realtà è il potere dell’Intenzione. Intendiamo per intenzione il pensiero pensato tanto da essere consolidato fino a condurci all’azione. È un impulso consapevole direzionato all’interno del quale è presente il seme della realtà.

L’intenzione esplica tutto il suo potere quando associata a una forte carica emozionale, ma è più potente se in sintonia con le intenzioni dell’universo. Questo allineamento è fondamentale sia per identificare le intenzioni che per portarle a compimento. Intenzioni non-etiche o che possono essere dannose per altri o per il mondo in generale non possono trovare sostegno dagli eventi. Le nostre azioni possono realizzare temporaneamente intenzioni non allineate ma il risultato sarà provvisorio e illusorio, fino a quando non rimarremo con un pugno di mosche in mano e senza aver fatto nessun progresso spirituale.

L’allineamento tra le nostre intenzioni e quelle dell’universo è tanto più possibile quanto più siamo in grado di essere in contatto con il nostro vero sé, tenendo a bada l’ego. Chi riesce in tale intento i) non ha alcun desiderio di manipolare e controllare le persone intorno, ii) non si lascia influenzare da critiche o lusinghe, iii) non si sente né superiore né inferiore a nessuno, iv) è in contatto con l’anima quale punto di riferimento interiore.

E’ inoltre v) sobrio, moderato, fiducioso di raggiungere l’obiettivo e distaccato dai risultati parziali, vi) capace di lasciarsi andare al flusso degli eventi, vii) attento e all’erta per sfruttare le coincidenze e le opportunità proposte dall’universo non-locale. I primi sei punti possono essere un punto di riferimento costante per testare e misurare i propri progressi nel cammino di ritorno a sé stessi.

Realizzato l’allineamento la maturazione di intenzioni utili sia per la nostra realizzazione che per il mondo intorno a noi sarà solo una logica conseguenza. Tecnicamente, le nostre intenzioni sono in realtà le intenzioni dell’universo che trovano in noi la loro incubazione, in coerenza con i nostri talenti e le nostre particolari attitudini.

noeticania

Come può tutto questo migliorare la nostra vita, portarci alla felicità e a sentirci soddisfatti e appagati?

La strada è lunga  e necessita volontà, costanza, generosità, sia verso sé stessi che verso gli altri. Entrare o meglio ri-entrare in contatto con il proprio sé è anzitutto una scelta di libertà. Libertà verso tutti gli obblighi che l’ego ci impone: obbligo di sentirsi superiori, obbligo di sentirsi amati e accettati, obbligo di sembrare socialmente accettabili, obbligo di avere una certa posizione sociale, ecc. Spesso si tratta di gabbie che la società stessa e l’ambiente intorno a noi sembra imporci, ma in ultima istanza siamo noi ad averle costruite e chiuse intorno a noi, semplicemente accettandole e facendole nostre. La libertà dall’ego presuppone la distruzione, una ad una, di tutte li limitazioni che ci siamo imposti. Trovare il nostro vero sé deve essere pertanto la nostra stella polare. Quale il ruolo che veramente vorremmo svolgere nel mondo ? Quali gli obiettivi di vita che veramente ci entusiasmano solo a immaginarli ?

Il primo passo è quindi la LIBERTA’.

liberta_a

(continua)

Annunci

1 Comment

  1. Pingback: Se non sempre i pensieri “creano” | Vivere la vita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...